1. Home »
  2. News »
  3. Cosa sapere su Cashback App IO e privacy

09/12/2020 - 11:32:00

Cosa sapere su Cashback App IO e privacy


Si parla tanto di app IO e di privacy, ma qualcuno ha letto la policy ufficiale?

L'App IO in due giorni ha quasi raggiunto il numero di download di Immuni

L'App IO in due giorni ha quasi raggiunto il numero di download di Immuni - formmedia.it

Difficilissimo avvio del “piano Cashback” del Governo Italiano.
Da una parte gli utenti continuano a lamentare gravi problemi di funzionamento dell’app IO, dall’altro c’è chi fa ironia sul fatto che in appena due giorni IO ha quasi raggiunto il numero di download di Immuni, senza che nessuno si preoccupasse della questione privacy.
La questione, però, è un po’ più seria, perché tramite IO e il nostro smartphone, ma anche tramite le carte di pagamento, se abilitate al Cashback, trasferiamo al Governo italiano una enorme quantità di dati a dir poco sensibili.
Quasi nessuno, tuttavia, lo sta facendo dopo aver letto la privacy policy dell’app IO che esiste, è indicata sia dentro l’app che sul sito ufficiale, e va letta e compresa. Cosa che andrebbe fatta prima di installare tutte le app, a dire il vero, ma ancor di più se l’app nasce per tracciare i nostri acquisti. Ecco perché è importante leggere la privacy policy di IO e cosa c’è scritto.
A proposito… lo sapete che è possibile ricevere il cashback senza SPID e CIE?

App IO e privacy: quali dati vengono inviati?
In linea di massima potremmo dire che tutti i dati che l’app IO raccoglie ai fini del cashback sono dati che sono già a disposizione di qualcun altro: gli estremi della carta di pagamento, i dati identificativi del titolare della carta, gli importi degli acquisti, dove abbiamo comprato e quando sono infatti dati che vengono raccolti da chi ha emesso la carta.
Tramite questi dati, ovviamente, è possibile profilare in modo estremamente accurato l’utente della carta.
Nel caso di IO, però, la questione è ancor più delicata perché se registriamo e abilitiamo al cashback più carte tutti i dati delle transazioni tramite tali carte vanno a finire dentro un unico grande contenitore. Il fatto che l’acquisto con metodo di pagamento elettronico sia incentivato dal cashback, poi, stimola l’utente a fare più transazioni con le carte e le app e, quindi, a concedere più dati di quanti non ne concederebbe normalmente.
Aziende come Google o Apple, che con Google Pay e Apple Pay hanno tutti questi dati a disposizione se associamo tutte le nostre carte alle rispettive app.
La mole di dati che trasferiamo a IO, quindi, è paragonabile a quella che trasferiamo a Google o Apple se usiamo le loro app di pagamento. Ma sono di più se, per ottenere più cashback, facciamo più acquisti con le carte.
Esattamente quello che ci dice di fare il Governo. Senza dimenticare, poi, che per usare IO dobbiamo anche comunicare il nostro SPID o la nostra CIE, che Apple e Google non hanno.
Ricordiamo, a tal proposito, che è possibile ricevere il cashback senza SPID e CIE.

Cashback di Natale senza SPID, CIE e app IO?
Si può fare: stanno per arrivare le prime soluzioni messe in campo dagli “issuer convenzionati“, come previsto dal Decreto 156 firmato il 24 novembre 2020 dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.  Con il termine di issuer convenzionato il decreto intende il soggetto (banca o società finanziaria) che ha erogato all’utente una carta o app di pagamento e che ha stipulato una convenzione con pagoPA SpA.
I metodi per iscriversi al Programma Cashless Italia sono al momento due: il primo è usare l’app IO, ed è quello ufficialmente consigliato dal Governo, il secondo è rivolgersi alla propria banca o a chi gestisce la nostra carta o app di pagamento. Naturalmente il meccanismo è già pronto per IO (anche se non mancano le segnalazioni di problemi dell’app IO), che è gestita direttamente da pagoPA (che è sotto il controllo diretto della Presidenza del Consiglio dei Ministri), mentre va messo a punto nel caso dei soggetti privati. I primi soggetti privati che hanno annunciato la possibilità di gestire le transazioni ai fini del cashback sono Hype, Satispay e Nexi, ma altri ne arriveranno a breve.

Fonte:Per leggere per intero questo articolo collegati a Libero Tecnologia

Altre News

Graduatoria ATA - formmedia.it
23/01/2021 - 12:15:00 Graduatoria ATA
Aggiornamento graduatorie ATA
Graduatoria ATAL’aggiornamento delle graduatorie per il personale ATA dovrebbe avvenire nel 2021. Ogni partecipante potrà richiedere di entrare in graduatoria in base al punteggio personale che si [...]
Soluzioni promozionali - formmedia.it
14/01/2021 - 10:04:00 Soluzioni promozionali
Soluzioni promozionali per dare risalto al tuo brand
Il tuo obiettivo aziendale è quello di aumentare la visibilità della tua attività? Farti conoscere da un numero superiore di potenziali clienti che potrebbero essere interessati alle tue [...]
AVVISO - formmedia.it
23/12/2020 - 09:28:00 AVVISO
Apertura al pubblico Festività di Natale
Da domani 24 Dicembre 2020 tutta l’Italia entrerà in zona rossa…Vi ricordiamo che a seguito del decreto anti COVID del 18 Dicembre 2020, SAREMO APERTI al pubblico e anche con servizio di CONSEGNA A [...]
«1234» »|

Informazioni